Concerto Ultimo

26 giugno 2022
TYPOLOGIES

Giugno 2022

DIFFICULTY

Basso

MIN. AGE

14 anni

55

INFO SULLO SPETTACOLO

Ultimo, pseudonimo di Niccolò Moriconi, è un cantautore italiano. È stato il vincitore del Festival di Sanremo 2018 nella categoria "Nuove Proposte" con il brano Il ballo delle incertezze, ed è arrivato secondo a Sanremo 2019 con il brano I tuoi particolari.

Nato a Roma il 27 gennaio 1996, nel 2010 inizia a frequentare la Melody Music School, dove studia canto e pianoforte. All'inizio della sua carriera, Ultimo si è spesso definito un “cantautorap”, per descrivere la sua musica a metà tra il rap (e l'hip hop in generale) e il cantautorato italiano. Questo è piuttosto evidente nel primo album Pianeti, ma anche nel successivo Peter Pan, dove si mescolano pop e hip hop. La stessa Il ballo delle incertezze, con cui Ultimo si fa conoscere al grande pubblico grazie al Festival di Sanremo, viene pensata dal cantautore come "tre canzoni in una sola: piano e voce cantautorale, cantato pop e strofa rap". Tuttavia, già con la pubblicazione del terzo album, Colpa delle favole, l'impronta rap sopravvive solo più in un unico brano, Aperitivo grezzo, in cui però essa viene mescolata al reggae.

 

PERIODO EVENTO

26 giugno 2022

PREZZO ADULTI

55,00 euro

LA QUOTA COMPRENDE

Viaggio in autobus GT.

Biglietto di ingresso - Posto Unico - Settore Ospiti non numerato

LA QUOTA NON COMPRENDE

Tutto ciò che non è indicato nella sezione LA QUOTA COMPRENDE

Mappa

Stadio Diego Armando Maradona - Napoli

Lo stadio Diego Armando Maradona è un impianto sportivo polivalente italiano di Napoli. Sorge a Fuorigrotta, quartiere della X Municipalità. Dotato di palestre polifunzionali, spazi per le arti marziali e di un campo da pallacanestro, ospita fin dall'inaugurazione gli incontri calcistici interni del Napoli.

Denominato in origine stadio del Sole, fu ribattezzato stadio San Paolo nel 1963. Il 4 dicembre 2020 il Comune di Napoli ha intitolato lo stadio all'ex capitano del Napoli, Diego Armando Maradona, morto il precedente 25 novembre.

Costruito negli anni cinquanta del XX secolo in stile brutalista su progetto dell'architetto Carlo Cocchia, risultava, all'epoca della realizzazione, come uno degli stadi più apprezzati del panorama internazionale, oltre che il più capiente d'Italia con i suoi 85 012 posti. In seguito alla ristrutturazione per Italia '90 la capienza passò a 72810 posti a sedere. L'inagibilità del terzo anello a partire dalla stagione 2005-06 ha determinato una riduzione a 60240 spettatori. Nel 2018-19, in previsione della sopracitata Universiade, l'impianto è stato sottoposto ad un profondo restyling, che ne ha ridotto ulteriormente la capienza, attestandola a 54726 spettatori.

Incluso tra le sedi del torneo olimpico di calcio del 1960, di due europei di calcio (nel 1968 e nel 1980) e del mondiale di calcio 1990, ha ospitato inoltre i Giochi del Mediterraneo 1963 e l'Universiade 2019.

    Shopping cart
    There are no products in the cart!
    Continua a fare acquisti
    Lista desideri 0
    Apri la Lista desideri Continua lo shopping